Poesia n° 8

L’ENIGMATICO Ancorché uomo serio e dabbene. Indecifrabile, imperscrutabile, indefinibile. Pareva trattare le persone sedute al tavolo con indifferenza ostentando una freddezza fuori dal comune ogni qualvolta entrava in interazione con i presenti. Questa suo atteggiamento gli conferiva un’aurea magnetica. di Matteo Kogoj

Poesia n° 7

IL PENSIERO DEL BUON CONTADINO   :- “Quel tipo è fuori di cotenna, ha perso la tramontana!” Disse esibendo una pappagorgia grassissima e pendula. Si guardò attorno esterefatto per alcuni attimi, poi aggiunse :- “Quello è povero come Lazzaro.” di Matteo Kogoj